Per il terzo anno consecutivo, Salomon TV fa il suo debutto con un cortometraggio a tema ambientale che pone difficili domande sul cambiamento climatico. The Curve of Time, documentario del pluripremiato regista e fotografo Jordan Manley, ci racconta il pensiero degli atleti Salomon Greg Hill e Chris Rubens. Negli ultimi anni, i due amici di Revelstoke, Canada, hanno rivalutato il loro impatto sull’ambiente e hanno adottato misure per attenuarli.

In The Curve of Time, Hill e Rubens hanno una conversazione con loro stessi, contemplando una previsione ambientale preoccupante, che fa riflettere. Con un occhio all’orologio, si lanciano in un esperimento: possono rimanere sciatori impegnati riducendo significativamente il loro impatto ambientale? “Per me il messaggio importante è che tutti noi dobbiamo cambiare, e che ci sono piccoli modi in tutte le nostre vite in cui possiamo essere migliori” – afferma Hill. “Abbiamo bisogno di guardare a noi stessi e renderci conto che siamo parte del problema e cercare le possibilità per essere parte della soluzione. Questo entra in risonanza con le persone e idealmente le incoraggia a fare dei passi in questa direzione e a ridurre il loro impatto ambientale”.

A causa dei cambiamenti climatici, le stagioni sciistiche diventeranno notevolmente più brevi entro il 2050, con altitudini più basse che riceveranno nevicate significativamente minori. Per Hill e Rubens è tempo di prendere provvedimenti per aiutare a cambiare le sorti della situazione ambientale. Nell’ultimo anno, i due hanno messo in atto le Electric Adventures usando la nuova auto elettrica di Hill. All’inizio del 2018, hanno intrapreso un viaggio con un veicolo a motore elettrico da Revelstoke a Denver, in Colorado, fermandosi nelle località sciistiche lungo la strada per mostrare The Curve of Time a un pubblico entusiasta.

“Il feedback è stato sorprendente” – afferma Rubens, e aggiunge: “È bello vedere persone al di fuori del mondo dello sci farsi coinvolgere nella nostra storia. L’obiettivo finale è quello di stimolare le persone ad apportare delle variazioni nelle loro vite. Il cambiamento climatico può essere un argomento sconfortante, ma dobbiamo iniziare da qualche parte. Le persone che vedranno questo cortometraggio, capiranno che non bisogna mettere la propria vita in attesa per adottare questi accorgimenti. Basta pensare un pò fuori dagli schemi e trovare il modo per divertirsi. Il problema ambientale potrebbe essere il più grande della mia vita, e io voglio essere parte della soluzione, non il problema”.

Il cortometraggio The Curve of Time, della durata di 23 minuti, è già stato nominato Best Environmental Film al Kendal Mountain Film Festival nel 2017 e Best Environmental Film al Vancouver International Mountain Film Festival del 2018. Ha debuttato su Salomon TV il 13 marzo.

SALOMON LANCIA “PLAY-MINDED PROGRAM” CON NUOVI OBIETTIVI DI SOSTENIBILITÀ

Alla fine del 2018, Salomon farà seguito a The Curve of Time entrando nei dettagli del suo nuovo Play-Minded Sustainability Program, affrontando gli obiettivi immediati e a lungo termine in diversi ambiti di sostenibilità, il brand delineerà un programma fino al 2025 che si concentrerà sugli sforzi per sostenere le persone e i luoghi della comunità sportiva outdoor. Play-Minded Program metterà in atto una strategia in 4 mosse:

MIND THE PLAYERS: Salomon formerà le persone alla consapevolezza e alla motivazione verso soluzioni più responsabili per praticare gli sport outdoor. Entro il 2025 obiettivo del marchio è quello di investire l’1% del fatturato dell’azienda per sensibilizzare tutti coloro che praticano sport all’aria aperta.

MIND THE PLAYGROUND: entro il 2015 Salomon diminuirà le emissioni di CO2 del 20% secondo i dati statistici del 2015.

MIND THE PLAYMAKERS: il marchio continuerà a garantire il benessere dei propri dipendenti e continuerà a impegnarsi a produrre un impatto positivo sulle proprie comunità e sui fornitori locali in tutto il mondo. Entro il 2025 Salomon manterrà alto il livello di soddisfazione dei dipendenti nei confronti dell’azienda (attualmente l’80% dei suoi dipendenti è “soddisfatto” o “estremamente soddisfatto” del datore di lavoro); continuerà a dedicare il 2,5% della spesa delle retribuzioni alla formazione e al coaching; proseguirà a garantire che il 100% dei fornitori soddisfi o superi il livello minimo dello standard di conformità del marchio; continuerà ad aumentare la percentuale di rifiuti che viene riciclata/riutilizzata nelle attività al 70%.

MIND THE TOYS: Salomon ha fissato i seguenti obiettivi entro il 2025 al fine di ridurre l’impatto ambientale dei suoi prodotti: garantire che il 100% dei nuovi articoli Salomon venga progettato considerando i principi dell’economia circolare della società; garantire che le prestazioni ambientali di ogni prodotto Salomon siano visibili al consumatore; e assicurarsi che il 100% dei fornitori di materiali di alto livello abbia firmato o comunque dimostrato conformità ai livelli di categoria del Materials Compliance Programs and Restricted Substances Lists (RSLs).

Maggiori dettagli del Play-Minded Sustainability Program di Salomon saranno annunciati alla fine del 2018. Per maggiori informazioni visita il sito www.salomon.com/int/sustainability.

Hill e Rubens sono incoraggiati dal fatto che il loro sponsor stia prendendo provvedimenti per realizzare un mercato più sostenibile. “In qualità di atleta che cerca di essere più sostenibile, è bello lavorare con aziende che operano con gli stessi obiettivi” – afferma Hill. “È stimolante che Salomon stia prendendo provvedimenti per essere più responsabile nei confronti dell’ambiente e delle persone. Il mondo ha bisogno di un cambiamento in tutti noi: individui e grandi aziende.”Sono molto incoraggiato dalle iniziative di Salomon in questa direzione” – dice Rubens. “Come grande protagonista nel settore outdoor, il potenziale impatto del marchio è ampio. Dopo i due film a tema ambientale premiati Guilt Trip e The Curve of Time, Salomon sta realizzando un progetto di sviluppo sostenibile che prevede grandi provvedimenti per ridurre l’impatto ambientale e, forse più importante, per educare le persone”.

ABOUT WRITER/DIRECTOR JORDAN MANLEY

Il pluripremiato fotografo e regista Jordan Manley ha ridefinito il modo in cui vediamo il punto d’incontro tra sport e natura. Il canadese di Vancouver spinge oltre la superficie e trova un modo per esporre elementi di una storia che la maggior parte delle persone non si è resa conto che esistessero. L’evoluzione del suo mestiere può essere meglio vista nella serie A Skier’s Journey. The Curve of Time è la sua prima collaborazione completa con Switchback Entertainment.

THE CURVE OF TIME CREDITS

Featuring: Chris Rubens and Greg Hill
Written & directed by: Jordan Manley and Danny Irvine
Produced by: Jordan Manley, Mike Douglas, Anthony Bonello, Laura Yale and Mike Gamble
Executive producers: Bruno Bertrand and Benjamin Aidan of Salomon
Associate Producer: Susie Douglas
Principle Cinematography: Jordan Manley
Additional Cinematography: Chris Rubens and Greg Hill
Sound Mix: Jeff Yellen
Colour Grading: Jordan Manley
Still Photography: Bruno Long
Graphics: Blair Richmond