IMS: INTERNATIONAL MOUNTAIN SUMMIT 2017 – SUCCESSO PER LA NONA EDIZIONE

Appassionati di montagna provenienti da tutto il mondo hanno risposto alla chiamata dell‘International Mountain Summit e sono arrivati numerosi a Bressanone. Con quasi 9.000 visitatori, 50 relatori, 80 giornalisti accreditati e 3.000 scatti partecipanti all’IMS Photo Contest, il festival della montagna ha da poco concluso la sua nona edizione.

Gli ideatori dell’IMS Markus Gaiser e Alex Ploner hanno nuovamente potuto dare il benvenuto agli ospiti provenienti da 10 nazioni durante una settimana all’insegna del sole autunnale. Ampia come la gamma di argomenti è stata ancora una volta la lista degli ospiti del festival. Ce n‘era davvero per tutti i gusti: dall’ironia e buon umore del leggendario 75enne Peter Habeler, che ha esposto la sua ascesa della parete nord dell‘Eiger, al racconto del timido climber Alex Honnold nella sua impresa free solo di El Capitan.

La scelta tra temi e incontri è stata davvero ampia. “Questa edizione ha ancora una volta superato le nostre aspettative. Il feedback del pubblico ci conferma, che grazie al nostro programma vario siamo in grado di toccare l’animo della gente, regalare un’esperienza indimenticabile e sollecitare uno scambio di idee e pensieri tra esperti“, dichiara soddisfatto il presidente dell’associazione organizzativa Markus Gaiser a conclusione del festival. Uno degli highlight dell‘IMS di quest’anno è stato sicuramente l’intervento di Samuel Koch, che 7 anni fa subì un brutto incidente in diretta durante la trasmissione televisiva “Wetten dass…” che lo costrinse da allora sulla sedia a rotelle. Con la sua dichiarazione relativa al valore dell’essere umano ha certamente fornito il “momento da pelle d’oca” del festival. Durante la settimana si è parlato anche di primo soccorso, donazione di organi, tecnologia satellitare nella protezione civile, medicina d’alta quota, felicità, di tribù birmane di montagna e del nuovo film di Reinhold Messner.

“Il Festival è il grande risultato di uno sforzo comune tra volontari, il nostro team organizzativo, molte organizzazioni e aziende, come anche sponsor e partner, che ci dimostrano la loro fedeltà da anni. Se relatori esperti e visitatori che viaggiano un po‘ in giro per il globo ci dicono, che da nessun altra parte al mondo hanno assistito ad un festival di questo genere e che sanno valorizzare il nostro meraviglioso mondo montano e la nostra ospitalità, e che tornano volentieri, questa è la ricompensa più bella che puoi ottenere come event manager”, afferma con un sorriso il co-organizzatore Alex Ploner.

Il percorso per l’edizione giubilare è già stato impostato. Dal 8 al 13 ottobre 2018 sarà anche il momento di presentare Bressanone come Città Alpina 2018 nell’ambito del festival e di guardare indietro alla storia decennale del festival di montagna. I visitatori provenienti da tutto il mondo potranno nuovamente attendere di vivere emozioni, ricevere impulsi e fare nuovi incontri all’International Mountain Summit 2018.

L‘International Mountain Summit 2017 è stato sostenuto dalla marca ombrello Südtirol, KIKU, Cassa di Risparmio Alto Adige, Pircher, Fondazione Cassa di Risparmio, Bressanone e la regione Trentino / Alto Adige.