LA MONTAGNA DI ILIO

“Che senso ha raccontare una storia silenziosa, una storia che non ha le parole per raccontarsi? Perché rivelare un segreto?”

Le Pale di San Lucano, nelle Dolomiti Bellunesi, sono montagne selvagge, incredibili. Eppure rimaste nascoste, come questa storia. La storia di Ilio De Biasio, alpinista di Cencenighe Agordino, scomparso dopo un tragico incidente sul Monte Pavione nel 2014, dei suoi fratelli e dei suoi amici.

Ilio nasce a Pra di Mezzo, una piccola frazione di Cencenighe, ai piedi delle Pale di San Lucano. Mano a mano comincia l’esplorazione, oltre i ripidi prati di casa, oltre i boschi. “Seguivo le tracce dei camosci, magari arrivavo fin sotto le cime” racconta Ilio “e avevo voglia di vedere cosa c’era più in la, era come aprire una finestra su qualcosa di nuovo”. E’ così che comincia alla fine degli anni ’70 un’incredibile storia alpinistica, una storia di esplorazione, avventura e amore per queste montagne. Montagne “difficili”, dove già valicare gli zoccoli è un’impresa, dove niente è ancora tracciato.

Una storia vera, senza clamore, in uno dei luoghi più selvaggi e ancora oggi inesplorati delle Dolomiti. “L’avventura comincia quando dietro a te si chiudono tutte le porte” racconta Toni Zuech, alpinista e amico di Ilio De Biasio ”e hai soltanto una possibilità. Andare in su”.

Una storia di esplorazione e amicizia, di avventura e amore per queste montagne. Una storia vera, senza clamore, alla ricerca della cosa più inafferrabile e preziosa che possediamo. La vita.

Il film è stato realizzato grazie la contributo della famiglia e degli amici di Ilio e verrà proiettato per la prima volta ad Agordo il 27 ottobre 2017, presso la Sala “Don F.Tamis” – Unione Montana Agordina, con la partecipazione di Alessandro Gogna. L’ingresso è libero.

LA MONTAGNA DI ILIO
Italia 2017. Documentario.
Durata 42 min.
Regia di Michele Coppari e Francesca Zannoni
Da un’idea di Teddy Soppelsa
Musiche di Giuliomaria Winter Garbellotto, Cecilia Soraci, Roger McGuinn
www.cosenude.com